Cosa fare per trasformare un Wrangler JL originale in uno potenziato

Il Wrangler JL, lanciato in Italia nel 2018, ha rappresentato una vera e propria evoluzione rispetto al suo predecessore. Telaio rivisto e corretto, ponti rigidi Dana di nuova concezione, differenziali bloccabili manualmente nella versione Rubicon e tante altre migliorie, di cui abbiamo parlato nel nostro video dell’epoca sul nostro canale YouTube

Dall’azienda abruzzese Totani vediamo in foto due Wrangler JL che, a un occhio inesperto o distratto o distante, potrebbero sembrava identiche. In realtà, oltre al colore rosso, le differenze sono notevoli. Una delle due rappresenta il potenziamento della specie. La versione originale di per sé, come detto, nasce già notevolmente evoluta, ma osservando il JL potenziato da Totani ci sembra di ascoltare tutta un’altra musica. I componenti e l’allestimento adottati da Totani hanno trasformato uno dei due Wrangler, un po’ come il giovane Hiroshi si trasformava in Jeeg Robot.

Sul Wrangler JL allestito troviamo pneumatici BF Goodrich, cerchi Braid e verricello Warn. Mentre è stato utilizzato il classico e conosciuto assetto Rock’s, così come sono della Rock’s di Roma anche i paraurti anteriore e posteriore.

A completare l’allestimento i fari a LED supplementari, i parafanghini per allargamento carreggiata, snorkel, bull bar, ganci heavy duty e pedane sottoporta laterali.

Se siete interessati a trasformarvi in Jeeg Robot, anzi in Jeep Robot, potete contattare Totani: tel. 0862-410230 o 329-9720912; email: promo@totani.it.

© 4×4 Magazine – RIPRODUZIONE RISERVATA