<script async src=”https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3333960541609919″
crossorigin=”anonymous”></script>

C’è chi aspetta il fine settimana per la gita fuori porta e chi invece si organizza con regolarità per le sue uscite in off road prendendo l’aereo, direzione Sudafrica!

Alessandro, dopo cinque anni vissuti in Mozambico e dopo aver esplorato buona parte dei Paesi dell’Africa sub-sahariana, ha scelto uno dei Paesi simbolo dell’avventura in 4×4 per acquistare, preparare e tenere sempre pronto all’uso il suo nuovo “cavallo di battaglia”, una Jeep Wrangler JLU Rubicon 3.6 V6 gialla.

Il veicolo è stato allestito per la pratica del fuoristrada tenendo in considerazione peso, dettagli funzionali ed estetica. Questi gli accessori funzionali installati:

– Paraurti a uso gravoso anteriore e posteriore con luci a LED e grilli integrati
– Verricello Warn VR Evo 10-S con cavo sintetico
– Coppie coniche con rapporto 4.56:1
– Protezione differenziale posteriore
– Assetto Fox +2” con ammortizzatori monotubo, molle, puntoni, barra stabilizzatrice
– Pneumatici Radar Renegade RT+ 35×12.50 R 17
– Serbatoio carburante ausiliario da 62 litri con pompa attivabile dall’abitacolo
– Compressore aria ARB montato sotto il sedile passeggero
– Portapacchi Front Runner con tavolo, tendalino, taniche acqua e carburante, piastre Maxtrax, porta-bombola
– Tavolino Front Runner per portellone posteriore


All’interno trovano posto moduli e prodotti della Tailgate Gear, azienda italiana specializzata nel disegno e nella produzione di accessori di alta qualità per l’organizzazione dei veicoli.

Nello specifico, Alessandro si è portato in volo e poi montato in loco:

– Un classico modulo con
doppio cassetto
– la nuova slitta porta-frigo con vassoio in bamboo
– la piattaforma specifica Tailgate Gear per JLU su cui montare tutto
– il nuovissimo pianale in alluminio che va a fissarsi al roll bar della Wrangler e offre un ulteriore spazio di carico molto resistente

Quest’ultimo in particolare, con soli 10 kg di peso e l’altezza regolabile, è in grado di ospitare taniche e scatole permettendone una comoda gestione e offre la possibilità di legare il tutto utilizzando i tanti slot predisposti per gli agganci cargo L-track.

Sia il pianale che la slitta porta-frigo sono interamente in alluminio e verniciate a polvere con finitura antigraffio per eliminare i problemi di ruggine e garantire una durata funzionale e qualitativa nel tempo.

Tutti i moduli sono disegnati per poter accogliere anche diversi prodotti molto diffusi e complementari in modo da agevolarne l’utilizzo da parte degli appassionati.

Terminata l’installazione, Alessandro ha avuto modo di testare tutto l’allestimento su terreni sconnessi, guadi e passaggi impegnativi.

Ha affrontato ed esplorato foreste e paesaggi incontaminati nelle province di Western Cape, Eastern Cape, Limpopo e Mpumalanga. Nelle foto di questo articolo si vede la Wrangler impegnata sulle dune di Atlantis, vicino a Capetown, e sulle montagne rocciose in alta quota di Tondeldoos all’interno del Bushboys Lodge.

La destinazione del prossimo viaggio è il Botswana e questo un po’ di invidia, nell’attesa di vedere le foto ed i video, ce la fa già venire.

Gli accessori di Tailgate Gear richiedono l’omologazione? No perché la loro installazione non comporta alcuna modifica strutturale al mezzo e tutti i moduli sono rimovibili con una semplice chiave a brugola in pochi minuti.

Tailgate Gear
Sito e-commerce (in inglese): www.tailgategear.eu
Instagram: @tailgategear.eu
Email: hello@tailgategear.eu

© 4×4 Magazine – RIPRODUZIONE RISERVATA

Rimani aggiornato sul mondo 4x4!

<script async src=”https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3333960541609919″
crossorigin=”anonymous”></script>