<script async src=”https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3333960541609919″
crossorigin=”anonymous”></script>

di Gianluca Vittori

Sono passati ormai cinque anni dall’ultimo film di James Bond SPECTRE. Dopo un lustro nel prossimo aprile 2020 è prevista la nuova uscita dell’agente segreto più famoso di tutti i tempi. Daniel Craig vestirà per la quinta volta consecutiva i panni di Bond sotto la regia di Cary Fukunaga che si cimenterà per la prima volta con il personaggio tratto dalla penna di Ian Flaming.

Come avvenne cinque anni fa, Land Rover presterà la sua auto iconica al servizio di 007.

Una storia lunga 36 anni. 

Sono infatti 36 anni che la casa automobilistica britannica e i film di 007 collaborano. La prima collaborazione risale al 1983 con una Range Rover Convertible apparsa in Octopussy. Una partnership arriva fino ad oggi con No Time To Die, dove oltre alla nuova Defender compaiono anche la Ranger Rover Sport SVR, la Series III Land Rover e la Range Rover Classic.

Gli inseguimenti non mancheranno e noi di 4×4 magazine dovremmo accontentarci di vederla correre nel film, perché probabilmente vedremo in Italia la nuova Defender più o meno verso lo stesso periodo.

Non ci resta che attendere per metterla alla prova come ci piace fare (visto il nostro canale YouTube?). Come si vede dal video il capo degli stuntman ha messo a dura prova la nuova Defender e noi proveremo a fare lo stesso, anche se, farla saltare, non so se ci sarà concesso purtroppo…

Lee Morrison, il capo degli stuntman: “Progettare e coordinare le sequenze d’azione per James Bond richiede una mentalità senza compromessi. Ci serviva un veicolo inarrestabile, che ci aiutasse a vincere la sfida in qualsiasi ambiente, nelle discese più ripide, nei guadi profondi, e così abbiamo scelto la Defender. Sono più che impressionato, perché la Defender ha superato ogni nostra aspettativa!”

Le caratteristiche per l’estremo

La nuova generazione della Land Rover Defender ha un’altezza da terra di 291 mm e con caratteristiche off road di prim’ordine: sulla versione 110 gli angoli di attacco, dosso e uscita sono rispettivamente di 38, 28 e 40 gradi (in altezza off road). La profondità massima di guado di 900 mm è supportata dal nuovo programma Wade del Terrain Response 2, per i guardi più alti.

Per il film è stato utilizzato il modello basato sul Defender X Santorini Black, con Skid Pan anneriti e cerchi scuri da 20″.

Noi per ora ci godiamo le immagini del backstage di una delle star protagonista del film con licenza offroad.

<script async src=”https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3333960541609919″
crossorigin=”anonymous”></script>
<script async src=”https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3333960541609919″
crossorigin=”anonymous”></script>

Rimani aggiornato sul mondo 4x4!

<script async src=”https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3333960541609919″
crossorigin=”anonymous”></script>