<script async src=”https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3333960541609919″
crossorigin=”anonymous”></script>

Oltre che una bella sfida di per sé, la gara di off road estremo in programma a Corno di Rosazzo (Udine) dal 27 al 30 maggio è un’opportunità per i piloti dell’area “South Europe” di aggiudicarsi l’iscrizione gratuita al Rain Forest Challenge

Il RFC Global Series South Europe è una manifestazione internazionale che rappresenta il biglietto d’entrata in Malesia per la finale mondiale, il Rain Forest Challenge, terza in classifica tra le gare più dure del mondo dopo la Baja 1000 e la Dakar.

Tutti ci auguriamo che sia davvero l’anno della ripresa, e non solo la FLS4x4 che da mesi, a Corno di Rosazzo (Udine), sta preparando con assiduità un tracciato che piaccia a tutti: veicoli preparati e veicoli proto.

Le due classi si dividono nettamente per caratteristiche tecniche: i preparati calzano al massimo gomme da 37”, devono mantenere un passo entro i 50 mm dalla misura originale, 30 mm al massimo di distanziali ruote, il motore deve preservare la sua posizione originale, così come il riduttore, particolari che comunque non allontanano il veicolo dalla serie.

La categoria dei prototipi, invece, si presenta con modifiche sostanziali a telaio, motore, cambio, riduttore e assali, e consente di montare gomme fino ad un massimo di 40″.

Tutto purché in linea con il regolamento che si consiglia vivamente di consultare, per non incorrere in veti da parte dei verificatori tecnici.

Consultare il regolamento è molto importante anche per capire come affrontare la gara in sé. Al Rainforest Challenge non basta essere i più veloci, ma è necessario giocare la tattica di squadra e del comportamento corretto. I tracciati vengono predisposti per essere fattibili da entrambe le categorie, creando varianti ad hoc per la categoria più prestante (proto).

Le prove sono caratterizzate da diverse tipologie di fondo: fango, rocce, acqua, tratti veloci, laterali, discese e salite da verricello, un mix che rispecchia l’evento madre in Malesia, dove a fine anno si danno appuntamento i migliori equipaggi e mezzi per aggiudicarsi il podio di questa sfida. Quella di Corno di Rosazzo (Udine) è l’unica opportunità del “South Europe” per staccare un voucher per Kuala Lumpur.

Grazie alla disponibilità di aziende agricole come Cadibon, Perusini, La Viarte e Valle, l’organizzazione è in grado di offrire ai partecipanti un percorso suddiviso in 3 prove separate, dislocate tra le colline del Collio.

In questo modo tutti i concorrenti potranno darsi battaglia senza tempi morti ed avere il tempo necessario per i pasti e la rimessa a punto dei mezzi. Le squadre verranno formate in base al punteggio del prologo e dal venerdì si alterneranno in tutte le prove, cercando di mantenere fino alla fine la squadra unita. Ovviamente in classifica avranno voce in capitolo il numero di porte conquistate ma, attenzione, anche le penalità delle porte non oltrepassate come da regolamento; fondamentali saranno anche i risultati ottenuti nelle prove “crono”.

La gara impegnerà i partecipanti per 4 giorni, di cui due di “full immersion”.

Giovedì 27 maggio i team saranno accolti nell’area riservata nelle immediate vicinanze dell’azienda Cadibon, dove sarà allestito il campo base fisso per i 4 giorni dell’evento. Qui verranno effettuate le verifiche tecniche ed amministrative.

Nel pomeriggio si terrà la cerimonia di apertura dell’evento e successivamente ci si sposterà nell’adiacente area attrezzata dove seguirà il prologo. I punteggi accumulati, preziosi per la classifica finale, daranno l’ordine di partenza di venerdì e si formeranno le squadre in gara.

Venerdì 28 maggio gli equipaggi saranno impegnati nelle prove speciali, di abilità e cronometrate, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18. Poi alle 21 è prevista la partenza delle prove speciali a squadre.

Sabato 29 maggio gli equipaggi saranno nuovamente impegnati nelle prove speciali. Il pomeriggio tutti gli equipaggi in gara si confronteranno sullo stesso tracciato, all’interno del quale verranno predisposte 3 prove cronometrate da effettuare in sequenza. Le prove termineranno alle 18.

Domenica 30 maggio si disputerà l’utima sessione di prove, dalle 8.30 alle 11.40. Nel pomeriggio, alle 15.30, verranno esposte le classifiche, poi seguiranno la cerimonia di chiusura e le premiazioni.

Per maggiori informazioni: www.flsoffroad.it, info@flsoffroad.it.

© 4×4 Magazine – RIPRODUZIONE RISERVATA

Rimani aggiornato sul mondo 4x4!

<script async src=”https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3333960541609919″
crossorigin=”anonymous”></script>