<script async src=”https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3333960541609919″
crossorigin=”anonymous”></script>

Il tricolore Cross Country Rally & SSV si è aperto in Friuli con il successo dell’equipaggio dell’R Team. Sul podio della gara organizzata dall’ASD Fuoristrada Club 4×4 Pordenone anche il ceco Zapletal su Ford e la Suzuki ufficiale del rimontante Codecà. Nella Side by Side successo di Ventura-Brun su Yamaha

L’Italian Baja Internazionale ha inaugurato il Campionato Italiano Cross Country Rally & SSV con sfide accese e classifiche incerte su ciascuno dei tre passaggi sui 30,25 km del Settore Selettivo “Artugno”. A vincere la gara friulana sono stati Federico Galletti e Daniele Fontana Sacchetti (foto di apertura) sulla Toyota Hilux Overdrive schierata dall’R Team, sodalizio al suo rientro nella massima serie tricolore dopo una lunga assenza.

L’equipaggio emiliano ha preso il comando della gara, perfettamente organizzata dall’ASD Fuoristrada Club 4×4 Pordenone, dopo il secondo settore ed ha firmato lo scratch anche nel terzo, rimontando su Miroslav Zapletal e Marek Sykora, il pilota ceco ed il navigatore slovacco sulla Ford F150 Evo, vincitori del primo crono e secondi sul traguardo. Sul terzo gradino del podio, con una decisa prova d’esperienza, è salito il campione in carica Lorenzo Codecà, affiancato da Mauro Toffoli, sulla inossidabile Suzuki Grand Vitara ufficiale, al termine di una decisa rimonta che li vedeva al quinto posto dopo il primo passaggio.

Sotto il podio Andrea Alfano e Stefano Rossi su Nissan Pathfinder Proto, che hanno disputato una buona gara risalendo la corrente dall’8° fino al 4° posto. Quinta piazza in netta rimonta per il milanese Gabriele Seno navigato dall’esperto Nicola Arena sulla Fiat Panda in versione rally raid.

Galletti ha ripreso il 2021 da dove aveva lasciato il 2020, ovvero con la vittoria ripetuta all’Italian Baja dopo quella al Tuscan Rewind dello scorso novembre. “Nella seconda prova abbiamo preso qualche rischio ed abbiamo sbagliato un’inversione, ma fortunatamente siamo riusciti a mantenere il vantaggio anche perché le partenze erano ad intervalli maggiori e non abbiamo trovato la polvere alzata dalle vetture” ha detto il vincitore al termine della gara. Molto veloce il tracciato, molto impegnativo, decisive le staccate”.

Lorenzo Codecà e Mauro Toffoli (Suzuki Grand Vitara – Emmetre Racing)

Gara impegnativa per il campione in carica Codecà che ha fatto appello alla sua lunga esperienza e alla perfetta familiarità con la Grand Vitara per colmare il gap su un tracciato non ottimale per la vettura.

Il toscano Andrea Luchini, navigato da Piero Bosco, su Suzuki con il 7° posto assoluto è il primo vincitore del gruppo T2 e del Suzuki Challenge, il monomarca della casa giapponese riservato alle Grand Vitara. Il miglior tempo nel SS 1 e la costanza hanno ripagato l’equipaggio dell’Island Motorsport che ha preceduto sul traguardo Mauro Cantarello con Francesco Facile e Francesco Ceschin con Simone Feraboli.

Gara stregata per il catanese Alfio Bordonaro e Marcello Bono, quarti alla fine, vincitori della seconda PS, ma prima rallentati da un guasto all’intercooler e sul finale traditi da un manicotto. Quinti al traguardo, e vincitori del 3° crono, i cugini mantovani Alessandro e Marco Trivini Bellini, dopo che sul primo passaggio una panne elettrica li ha ricacciati nelle retrovie.

In gruppo TH, categoria per le vetture più longeve, successo di Giovanni e Francesco Farina su Suzuki Grand Vitara, alla fine di un bel duello con la gemella di Franco Antonio Buda e Sandra Castellani. Ricky Rickler ha firmato due ottimi successi parziali nel 2° e 3° settore selettivo sulla Mitsubishi Pajero WRC, purtroppo però il giovane driver dell’R Team è stato penalizzato dal tempo lasciato sul primo passaggio.

Amerigo Ventura e Mirko Brun (Yamaha Quaddy YXZ1000R)

Convincente e proficua vittoria nella Side by Side per il piemontese Amerigo Ventura navigato dal giovanissimo Mirko Brun sulla Yamaha Quaddy YXZ 1000R. Il pilota torinese classe 1992 ed il copilota di Cordenons, al suo esordio in gara, hanno effettuato una bella rimonta dopo un primo SS penalizzato dalla troppa polvere sulla strada. Seconda piazza per gli emiliani Alessandro ed Emiliano Tinaburri, anch’essi su Yamaha.

Ottimo terzo posto di categoria, all’esordio nell’off road, per il rider spagnolo Carlos Checa che, navigato dall’esperto Paolo Ceci e al volante della Can Am Maverik X3, si è subito messo in evidenza con due scrach: ha vinto ex aequo il 1° SS e si è ripetuto nel 3°. Sfortuna per i locali Andrea De Luna e Alessandro Marangotto su Yamaha Quaddy XZ1B: dopo aver lottato per il vertice, un’uscita nell’ultimo crono li ha tolti dai giochi, come l’altro equipaggio di casa Elvis Borsoi e Stefano Pelloni su Maverik, costretti alla resa sul finale per un contatto dopo aver firmato il 2° crono.

Classifiche Italian Baja Internazionale

Cross Country Rally assoluta
1. Galletti-Fontana Sacchetti (Toyota Hilux Overdrive) in 1h04’40”; 2. Zapletal-Sykora (Ford F150 Evo) a 27”; 3. Codecà-Toffoli (Suzuki Grand Vitara) a 3’07”.
Cross Country Rally T2
1. Lucchini-Bosco in 1h10’43”; 2. Cantarello-Facile a 40”; 3. Ceschin-Feraboli a 54” (tutti su Suzuki Grand Vitara).
SSV
1. Ventura-Brun (Yamaha Quaddy YXZ1000R) in 1h07’12”0; 2. Tinaburri-Tinaburri (Yamaha Quaddy YXZ1000) a 1’36”; Checa-Ceci (Can AM Maverick) a 2’41”.

Classifiche Campionato Italiano Rally Cross Country & SSV

Cross Country Rally
1. Galletti 50 punti; 2. Codecà 40; 3. Alfano 30.
SSV
1. Ventura 50 punti; 2. Tinaburri 40; 3. Rocco 30.

© 4×4 Magazine – RIPRODUZIONE RISERVATA

Rimani aggiornato sul mondo 4x4!

<script async src=”https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3333960541609919″
crossorigin=”anonymous”></script>